NOVITÀ 2020

Progettazione, documentazione e visualizzazione più fluidi e potenti dalle fasi concettuali del progetto fino al suo completamento, inclusa una più stretta integrazione con ARCHLine.XP LIVE e nuovi comandi rinnovati, per una maggiore produttività!

ARCHLine.XP 2020 è anche il primo passo verso una soluzione multidisciplinare, introduce infatti un nuovo menu' di funzionalità MEP per la progettazione BIM degli impianti.

In questa pagina puoi trovare un'anteprima delle novità introdotte.

Non perderti le repliche dei 3 webinar che abbiamo tenuto per presentare al pubblico la versione 2020.

INTRODUZIONE: STRUMENTI MEP

INTRODUZIONE: STRUMENTI MEP

Gli strumenti MEP ARCHLine.XP consentono ai progettisti di modellare e visualizzare in modo semplice e guidato sistemi meccanici, elettrici e idraulici in 3D, insieme al modello architettonico.

E' possibile importare le componenti di impianto, i dispositivi e gli accessori MEP in formato IFC, e collegare tali elementi utilizzando nuove entità parametriche come condotti, tubazioni, ecc.

Gli strumenti MEP si integrano al normale ambiente di lavoro e permettono quindi di mantenere il pieno controllo su quando e come rappresentare gli elementi MEP al fine di avere layout puliti e professionali.

Funzionalità disponibile solo in ARCHLine.XP Professional

 

 

AUTO-ROUTING

Cosa c'è di meglio che avere la capacità di costruire sistemi MEP senza doverlo fare "a mano"?

ARCHLine.XP propone la soluzione "instradamento automatico": ci pensa il software a collegare le componenti MEP tra loro da solo, in modo da non doversi preoccupare di collisioni o connessioni mancanti!

Funzionalità disponibile solo in ARCHLine.XP Professional

 


SCHEMA IMPIANTO ILLUMINAZIONE

SCHEMA IMPIANTO ILLUMINAZIONE

Crea schemi di illuminazione organizzando e ordinando insieme interruttori e lampade. Un'opzione dedicata permette anche di uniformare l'aspetto 2D delle apparecchiature elettriche come interruttori e lampade, per preparare l'elaborato di stampa.

Il metodo di lavoro è il seguente:

  • Definisci il tipo di lampade: soffitto, parete, scrivania, sospensione, faretto, ecc.
  • Le lampade vengono "trasformate" in una rappresentazione simbolica 2D
  • Gli interruttori e le lampade vengono collegati tra loro
  • Viene verificata la connessione tra gli elementi: ci sono elementi non collegati? Ci sono interruttori che hanno poli liberi?
  • All'occorrenza il software può calcolare i fabbisogni di illuminazione degli ambienti.

Funzionalità disponibile solo in ARCHLine.XP Professional

 

 


STRUTTURA MONTANTE SCALA

STRUTTURA MONTANTE SCALA

La nuova versione introduce le strutture montante per le scale. Tali strutture si compongono di una trave di supporto, che può assumere un qualsiasi profilo 2D, e di un elemento di supporto per le pedate. Grazie a questo strumento sarà possibile realizzare agevolmente ulteriori tipologie di scale, con i dettagli necessari.

Una nuova opzione permette anche di modificare l'inclinazione dell'alzata.

 

 


CREAZIONE PATTERN SEAMLESS

CREAZIONE PATTERN SEAMLESS

Trasforma le immagini importate in ARCHLine.XP per diventare materiali, in texture seamless! Il termine seamless significa modello continuo, ovvero che la sua ripetizione verticale e orizzontale è senza interruzioni, donando quindi un risultato più naturale e realistico quando applicato in ampie superfici.

Generalmente per questo tipo di operazioni è necessario passare ad uno strumento di editing immagini esterno, con ARCHLine.XP invece non è più necessario! Elabora le tue texture, definisci i loro margini manualmente e usale come modelli seamless.

 

 


POSA PIASTRELLE CON ROTAZIONE CASUALE

POSA PIASTRELLE CON ROTAZIONE CASUALE

Quando in una superficie viene applicata una posa piastrelle nella realtà, il posatore pone le piastrelle ruotate in modo casuale. Ciò si traduce in un risultato naturale e da oggi questo è possibile riproporlo anche nel modello 3D.

ARCHLine.XP 2020 consente un posizionamento casuale delle piastrelle, in modo che queste vengano ruotate arbitrariamente. Con l'uso ripetuto di questo strumento, aumenta il fattore casuale ed il risultato finale diventa ancora più realistico.



Funzionalità disponibile solo in ARCHLine.XP Professional

 

 


TRASFORMA UN MODELLO SCARICATO IN PIU' OGGETTI

TRASFORMA UN MODELLO SCARICATO IN PIU' OGGETTI

Succede spesso che dobbiamo modificare i modelli che abbiamo scaricato in ARCHLine.XP. Grazie ad un miglioramento della modalità Sketch, possiamo da oggi dire al programma di memorizzare solo gli elementi selezionati di un modello. Una volta salvati tali elementi come oggetti, è possibile continuare a selezionare altri elementi del modello e salvarli in blocco o uno per uno.

Durante questa fase di editing, possiamo eliminare, spostare o persino ruotare gli elementi con cui stiamo lavorando.

 

 


MAGGIORE FLESSIBILITA' NEL POSIZIONARE I LUCERNARI

MAGGIORE FLESSIBILITA' NEL POSIZIONARE I LUCERNARI

Sono stati apportati dei miglioramenti al modellatore interno del software che permette ora maggiore flessibilità nel gestire situazioni limite nelle operazioni booleane. Ad esempio è possibile creare finestre su tetto con forma personalizzata, collegarle tra esse, e raggiungere il filo di gronda del tetto.

L'immagine rappresenta una situazione limite ora facilmente risolvibile.

 

 


TENDE SU SUPERFICI INCLINATE

TENDE SU SUPERFICI INCLINATE

E' ora possibile utilizzare il comando tende anche con le finestre su tetto o lucernari. La tenda seguirà sempre l'inclinazione della falda del tetto.

 

Funzione disponibile solo in ARCHLine.XP Professional.

 

 


TAG

TAG

Il tag è un’annotazione aiuta ad indentificare determinati elementi del disegno mostrando delle informazioni ad essi assegnate.

E' possibile creare e posizionare i tag in qualsiasi momento durante il lavoro, è possibile posizionarli in Vista-2D oppure esportarli in una tabella excel.

I tag possono essere personalizzati, ciò significa che i valori dati ad un elemento possono essere riorganizzati e cambiati in qualsiasi momento.

C’è di più, i tag si aggiornano sempre seguendo i cambiamenti del tuo progetto.

 

 


Google Drive

Google Drive

Esegui il backup dei tuoi progetti sul cloud, utilizzando Google Drive. Non solo puoi accedere al tuo lavoro su altri computer, versioni precedenti e backup di sicurezza sono sempre a portata di mano, ovunque tu vada.

 

 


TESTI CON LINEA DI COLLEGAMENTO

TESTI CON LINEA DI COLLEGAMENTO

Questo strumento collega un elemento selezionato nel disegno con un testo a riga singola o multipla, tracciando una linea di riferimento.

A differenza di una normale linea, quest'ultima rimane sempre collegata da un lato all'elemento selezionato, dall'altra al testo, quindi anche spostando gli elementi del disegno i riferimenti tra testi ed oggetti rimarranno sempre aggiornati.

E' possibile aggiungere terminatori linea a freccia in entrambe le estremità delle linee ed è anche possibile personalizzare il tipo di linea.

 

 


DOCUMENTI CON MODELLI PROPRI

DOCUMENTI CON MODELLI PROPRI

Crea elaborati sulla base di modelli personalizzati Microsoft Word, per presentare liste e quantità.

ARCHLine.XP aggiunge i dati di progetto mediante una esportazione basata su modello RTF. Tali modelli devono contenere delle variabili di riferimento che vengono compilate automaticamente dal software.

E' possibile in questo modo personalizzare completamente l'aspetto dei documenti esportati.

 

 


DIREZIONI NORD-REALE E NORD-PROGETTO

DIREZIONI NORD-REALE E NORD-PROGETTO

E' stato implementato un modo dinamico per gestire l'orientamento del progetto. Ruotando il disegno in Vista-2D infatti, è possibile allineare le pareti principali dell'edificio con gli assi orizzontale e verticale. Ciò si traduce in un flusso di lavoro più semplice, ed un uso migliore degli SNAP e dei riferimenti, seguendo le direzioni ortogonali.

Il disegno può essere riportato al suo orientamento originale in qualsiasi momento ed è possibile alternare tra Nord reale e Nord progetto.

Il passaggio tra queste modalità non influirà sul modello 3D o sui layout di stampa, quindi l'impaginazione rimarrà sempre corretta.

 

 


CONTROLLO DELLA VISIBILITÀ DEI PIANI INATTIVI

CONTROLLO DELLA VISIBILITÀ DEI PIANI INATTIVI

Esistono 3 modi per rappresentare piani visibili, ma inattivi nella tua pianta:

  • Con colori sostitutivi
  • Con mezzitoni
  • Con colori originali

Inoltre, ora è possibile passare da un piano all'altro usando i tasti di scelta rapida CTRL + freccia.

 

 


ELENCO OGGETTI IN BASE ALLE DIMENSIONI

ELENCO OGGETTI IN BASE ALLE DIMENSIONI

Per mantenere organizzata la libreria del software e per mantenere leggeri i progetti, di tanto in tanto, è buona norma eliminare gli oggetti non più necessari.

Per facilitare ciò, esistono nuove opzioni di filtro nel Design Center in base alle dimensioni, complessità o data, in modo da poter individuare gli elementi da rimuovere in modo più chiaro.

 

 


SOSTITUZIONE RAPIDA IMMAGINE QUADRO/POSTER

SOSTITUZIONE RAPIDA IMMAGINE QUADRO/POSTER

Questa nuova scorciatoia consente di sostituire velocemente il materiale di un entità Quadro o Poster. E' sufficiente trascinare il nuovo materiale (o immagine) sopra all'entità, ed il software proporrà la sua applicazione immediata come immagine, o come materiale della cornice. Le dimensioni complessive dell'elemento verranno aggiornate automaticamente senza dover entrare nella schermata delle proprietà.

 

 


NUOVE OPZIONI PER CORPI MOBILE

La nuova versione introduce opzioni per l'esportazione dei corpi mobile progettati con il configuratore parametrico di ARCHLine.XP

  • Esportazione DXF per macchine a controllo numerico
    I pannelli che compongono il corpo mobile possono essere salvati uno ad uno in file DXF. Questi file possono quindi essere facilmente passati su macchine CNC.
  • Esportazione CSV per software di ottimizzazione del taglio dei pannelli
    Il file CSV conterrà le dimensioni, la quantità, le informazioni sui materiali dei pannelli del corpo mobile: sulla base di questi dati, i prodotti software pertinenti possono facilmente calcolare i tagli ottimali, riducendo al minimo perdite e ridondanza.

Funzionalità disponibili solo in ARCHLine.XP Professional

 

 


MIGLIORAMENTI RENDER

MIGLIORAMENTI RENDER

Un rinnovamento del motore di rendering, consente di creare immagini fotorealistiche ad alta risoluzione in tempi più brevi.

Grazie alla profondità di campo, un nuovo effetto introdotto che deriva dalla fotografia professionale, è possibile controllare e migliorare il focus principale delle immagini, mettendo in risalto i soggetti primari. È possibile definire il punto in cui la foto deve essere più nitida, sfocando gli elementi situati in primo piano o sullo sfondo.

Funzionalità disponibile solo in ARCHLine.XP Professional

MIGLIORAMENTI PANORAMA 360

E' ora possibile creare Tour Virtuali 360 anche di edifici multi piano. E' possibile collegare tutte le camere, anche se si trovano su piani diversi.


TRASPARENZA IMMAGINI: CANALE ALPHA

TRASPARENZA IMMAGINI: CANALE ALPHA

Rendere trasparenti alcune parti di un'immagine ha molteplici utilizzi: per esempio è così che possono essere create decalcomanie da parete o una copertura di una lampada con forature a motivi particolari, attraverso le quali la luce dovrebbe brillare. Tale risultato si può ottenere velocemente con l'Alpha Compositing o "aggiungendo un canale alpha".

Seleziona i colori sulla tua immagine, che vuoi rendere trasparente. Il risultato è uno schema intricato, creato in pochi secondi.

 

 


CUSTOM BUMP MAPPING

CUSTOM BUMP MAPPING

Il Bump Mapping è una tecnica di rendering dei materiali che aumenta la complessità degli oggetti realizzati senza effettivamente aumentare il numero di poligoni che compongono l'oggetto di partenza. Questo consente di simulare la presenza di fughe, venature, porosità...

Per migliorare l'effetto del bump mapping, possiamo usare le texture che chiamiamo "Normal Map". Tali mappe possono essere procurate da Internet, oppure possono essere create personalmente secondo le proprie esigenze.

Applica una mappa di Bump ad un semplice colore applicato come materiale ad un oggetto, e osserva come quest'ultimo prendere vita!

 

 


COLORAZIONE MATERIALI

COLORAZIONE MATERIALI

Colorazione materiali
Come proprietà aggiuntiva del materiale, è stata introdotta l'aggiunta di colore. Questa può essere attivata / disattivata a piacimento e influirà solo sull'aspetto del materiale, lasciando intatta la texture originale. Di conseguenza, è possibile provare diverse combinazioni di colori dello stesso materiale, con il risultato immediatamente visibile.

Colorazione Texture
Le texture o immagini importate nel progetto possono essere ricolorate e salvate come materiale aggiuntivo. Contrariamente alla funzione "colorazione materiale", questa opzione si limita ad editare delle immagini, che poi potranno essere salvate o meno come materiale.
textura color2

 

 

Il sito web di Cadline Software NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito leggi, di seguito, la nostra informativa sull’uso dei cookie.