io resto a casa

 

Siamo consapevoli che questo è un momento difficile per tutti oggi in Italia, e nel rispetto delle restrizioni cerchiamo di esserti vicino ancora più di prima. Non ci fermiamo, abbiamo riorganizzato il lavoro in smart-working, per assicurare la stessa qualità dei servizi e strumenti necessari per RIPARTIRE PIU' FORTI DI PRIMA!

Di seguito gli indirizzi da utilizzare.

  • AMMINISTRAZIONE: segreteria@cadlinesw.com
  • HELP DESK COMMERCIALE: commerciale@cadlinesw.com
  • ASSISTENZA TECNICA: visita l'area dedicata
  • CODICI LICENZA: visita l'area dedicata

 

Informazioni

Uno degli aspetti più innovativi della "filosofia" BIM (Building Information Modeling) è la corretta impostazione del progetto BIM ai fini dell'interoperabilità con altre piattaforme di authoring BIM. Il processo BIM, per sua natura deve essere interoperativo, cioè consentire l'accesso ai dati (modello 3D + shared-parameter) a tutte le applicazioni che verranno utilizzate durante la vita di quell'edificio (progetto).BIM è più di una semplice 'tecnologia', è la procedura di memorizzazione e conversione delle informazioni dell'edificio in formato digitale, la componente che fino ad ora mancava nel settore delle costruzioni. Affinchè il BIM funzioni deve cioè essere garantito uno scambio intelligente dei dati, a prescindere da quale pacchetto software o piattaforma BIM viene utilizzata. IFC è il formato "neutro" e "aperto" dei dati BIM , lo standard de-facto per lo scambio di dati "strutturati".

Che cosa è lo scambio di dati e informazioni?

A livello base, IFC fornisce le "regole" per determinare il modo per descrivere le informazioni. IFC include la geometria, ma non si limita alla "semplice" geometria; IFC distingue le varie tipologie di componenti edilizie (entità) "semplici" quali muri, porte, solai, roombook, Zone ecc ; e tutte le informazioni ad esse associate , informazioni alfanumeriche (proprietà, quantità, classificazione, ecc) che ne specificano i parametri, le propreità fisiche, le informazioni per la costruzione, le informazioni per la manutenzione , ecc..

Oggi, la maggior parte delle moderne piattaforme software BIM, supportano Import e / o Export di dati del modello BIM in formato IFC, con la certificazione buildingSMART per il controllo di coerenza. Il formato IFC è fondamentale per la compatibilità e l'interoperabilità, in quanto consente a diverse applicazioni di lavorare in forma collaborativa, ad esempio di modellazione architettonica, analisi strutturale, facility management, ecc.

no degli aspetti più innovativi della "filosofia" BIM è la corretta impostazione del progetto BIM ai fini dell'interoperabilità con altre piattaforme di authoring BIM.

Il processo BIM, per sua natura deve essere interoperativo, cioè consentire l'accesso ai dati (modello 3D + shared-parameter) a tutte le applicazioni che verranno utilizzate durante la vita di quell'edificio (progetto).


BIM è più di una semplice 'tecnologia', è la procedura di memorizzazione e conversione delle informazioni dell'edificio in formato digitale, la componente che fino ad ora mancava nel settore delle costruzioni.

Affinchè il BIM funzioni deve cioè essere garantito uno scambio intelligente dei dati, a prescindere da quale pacchetto software o piattaforma BIM viene utilizzata.

IFC è il formato "neutro" e "aperto" dei dati BIM , lo standard de-facto per lo scambio di dati "strutturati".

Il sito web di Cadline Software NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito leggi, di seguito, la nostra informativa sull’uso dei cookie.