Lavoriamo costantemente per fornire ai nostri utenti strumenti e conoscenze, che rendano i processi di progettazione e produzione della documentazione più veloci ed efficienti.

Anche un edificio di media complessità può significare decine di tavole e disegni.
ARCHLine.XP 2021 aiuta ad accelerare e migliorare il flusso di lavoro che porta alla preparazione degli elaborati.

In questa pagina puoi trovare un'anteprima delle novità introdotte.

Supporto dispositivi 3D Connexion

ARCHLine.XP supporta dispositivi 3D Connexion come lo SpaceMouse® ed il CadMouse per un'esperienza di progettazione professionale e fluida.

Le impostazioni predefinite del dispositivo vengono fornite da 3D Connexion in collaborazione con il team ARCHLine.XP ma è anche possibile personalizzarle grazie all'applicazione "Proprietà 3D Connexion"

I mouse 3D SpaceMouse® e SpaceNavigator forniscono una navigazione comoda e naturale nello spazio 3D utilizzando lo speciale pulsante del controller a forma rotonda.

LAYER PDF

ARCHLine.XP 2021 introduce la stampa di documenti PDF con Layer.

Sarà pertanto possibile filtrare il documento generato, accendendo o spegnendo la visibilità dei layer direttamente dal software di visualizzazione, come ad esempio Adobe Reader.

Gestione Livello Geometrico

In ambito BIM risulta sempre più importante poter gestire modelli il cui livello di dettaglio sia variabile e adattabile allo scopo. ARCHLine.XP offre una gestione del livello geometrico del modello che chiama LOG (Level of Geometry) suddivisa in 5 livelli:
  • Simbolico - Modello concettuale. Visualizza l'esistenza di elementi ma non la loro forma, dimensione o posizione precisa.
  • Schematico - Modello schematico con dimensioni, forma e posizione approssimative.
  • Dettagliato - Modello dettagliato con dimensioni, forma, spaziatura e posizione specificate.
  • Documentazione - Modello da cui poter estrarre la documentazione di progetto, con dimensioni, forma, spaziatura e posizioni specificate. Vengono modellate le parti necessarie per il coordinamento dell'elemento con gli elementi vicini o collegati.
  • Costruzione - Modello a livello costruttivo. Gli elementi sono modellati con un dettaglio e una precisione sufficienti per costruzione del componente rappresentato. (Nota: livello attualmente supportato solo parzialmente)
Nota: per utilizzare gli strumenti LOG di ARCHLine.XP e le sue funzioni correlate, è necessaria la licenza professional di ARCHLine.XP.

Nuovi preset Rendering

Le impostazioni di render sono di vitale importanza per tarare la qualità di output.
In ARCHLine.XP 2021 ci sono nuovi preset adatti per differenti scopi, in particolare per scene interne o esterne.
A sua volta si suddividono in:
  • A01 - Architettura veloce
  • A02 - Architettura dettagliato
  • A03 - Architettura completo
  • I01 - Interior veloce
  • I02 - Interior dettagliato
  • I03 - Interior completo

Nuovo comando Collega

Questa opzione collega i file IFC, RVT, DWG, PDF all'interno del progetto. Il collegamento è l'opzione migliore per visualizzare contenuti esterni a scopo di coordinamento. I file IFC, RVT, DWG, PDF vengono aggiornati automaticamente all'apertura del progetto e possono essere aggiornati manualmente in qualsiasi momento.

Il modello IFC, RVT importato viene considerato come un'entità unica, ma viene visualizzato sia in 2D che in 3D ed è possibile accedere ai dati BIM associati che possono essere visualizzati. Può essere utilizzato inoltre come traccia e sono attivi gli SNAP di ancoraggio per poter lavorare in sovrapposizione o affiancamento.

La funzione Collega è molto versatile e può essere adattata a vari scopi.

Prospetti e Sezioni veloci

Prospetti e Sezioni possono essere generati in 2 modi: come immagine o come disegno vettoriale.

Gli elaborati vettoriali sono più accurati, più tecnici e possono essere editati mediante l'uso degli strumenti CAD-2D.

Gli elaborati immagine sono estremamente più veloci da generare, permettono di spostare gli elementi in modo immediato e quindi di apportare quelle correzioni al progetto agendo direttametne dalla vista frontale. Sono più belli da vedere e permettono di creare degli elaborati tecnici ma allo stesso tempo con una grafica accattivante come la presenza di ombre o effetti texture.

Nuova opzione profondità oggetti

I retini forniscono una migliore comprensione della planimetria.

Gli oggetti possono essere campiti con un colore o pattern a tinta unita (con i colori di primo piano e di sfondo). La priorità di visualizzazione in Vista-2D regola la sovrapposizione dei retini e conseguentemente grazie a questa è possibile preparare un elaborato che dia il senso di profondità tra gli oggetti che stanno sopra e che stanno sotto. Più è alta la priorità, più in alto rispetto agli altri si trova l'oggetto (1: più in alto, 8: più in basso).

Abachi con immagini

È possibile creare abachi con informazioni grafiche inserendo immagini del modello.

Questa funzione consente di visualizzare un'immagine nella cella della tabella.

Per la maggior parte delle entità, è possibile aggiungere due tipologie di Viste o Immagini:
  • Vista-2D Frontale
  • Vista-2D Frontale (con quote)

Filtri basati su regole

Il nuovo motore di ricerca rapida può essere utilizzato per trovare dati geometrici e parametri BIM in tutto il modello.

I filtri basati su regole sono molto versatili, possono essere applicati a tutte le Viste di lavoro e consentono di:
  • Visualizzare o nascontedere alcune entità
  • Visualizzare le entità che rispondono a determinati criteri in diversi modi (sostituzione di visibilià),
  • Essere il criterio con cui attivare una selezione, per modificare gli elementi

Rinnovamento gestore progetto

Il Gestore progetto mostra attraverso un menu ad albero la viste di progetto:
  • Viste-2D: le planimetrie di progetto.
  • Viste-3D: assonometrie o prospettive.
  • Sezioni: Viste-3D di uno spaccato di modello, con prospettiva perpendicolare alla linea di sezione.
  • Prospetti Viste-3D del modello con prospettiva perpendicolare alla linea di prospetto.
  • Rendering: le immagini di render elaborate.
  • Abachi: le tabelle generate nel progetto.
  • Zonizzazioni: i raggruppamenti logici di Vani in funzione dello scopo.
  • SET: le tipologie di entità presenti nel progetto.
Le viste chiuse, vengono visualizzate con un'icona di colore rosso.

Nuovo comando Spingi/Tira

Lo strumento "Spingi/Tira" permette di aumentare o diminuire il volume di un solido appunto "spingendo" o "tirando" una sua faccia.

E' possibile utilizzare questo strumento anche su entità parametriche di ARCHLine.XP, poichè tutte le operazioni di modellazione vengono memorizzate e salvate all'interno dell'entità stessa.

Spingi/Tira è disponibile su gran parte delle entità architettoniche, e sulle forme create mediante modellatore Loft o Shape.

Modelli di progetto

Un Modello di Progetto è un file con estensione ".pte" (ARCHLine.XP Project Template) che specifica un ambiente di partenza per un nuovo progetto.

Il modello di progetto contiene le impostazioni predefinite personalizzate per il progetto e determina le unità di misura predefinite, i layer, i SET, i livelli o piani di riferimento dell'edificio, e altro ancora. Se il modello predefinito con cui viene fornito il software non soddisfa a pieno il prorpio metodo di lavoro, è quindi possibile modificarlo in base alle proprie esigenze e salvarlo come modello personalizzato.

Nuovi prospetti interni

Sono state introdotte nuove funzionalità alla Vista Fronte-Muro, o prospetto interno.

La quotatura è ora automatica e vengono riportati in Vista-2D dei Tag speciali che mantengono collegato il prospetto generato

Un'opzione speciale consente di scegliere se generare l'arredamento con o senza frontali.

Classificazione IFC

La classificazione rappresenta uno strumento universale per comunicare le informazioni BIM in un formato standardizzato. Per l'industria AEC il sistema di classificazione fornisce alle diverse parti una comprensione comune di tutti gli elementi. Sono disponibili vari sistemi di classificazione delle informazioni utilizzati a livello internazionale come OmniClass (USA), Uniclass 2015 (Regno Unito), UniFormat.

ARCHLine.XP è pronto per incorporare qualsiasi tabella nazionale utilizzando il formato Excel. ARCHLine.XP gestisce anche gli standard di settore e il database personalizzato, il che significa che puoi condividere i dati di classificazione IFC con tutti, anche se utilizzano software diversi.

Nota: per utilizzare lo strumento Classificazione IFC di ARCHLine.XP e le sue funzioni correlate, è necessaria la licenza professionale ARCHLine.XP.

Condivisione Oggetti

ARCHLine.XP consente di condividere contenuti di libreria con altri utenti su cartelle condivise della rete.

Tutti gli elementi nelle categorie condivise sono automaticamente disponibili per altri utenti. Le sottocategorie Oggetto, Porta, Finestra, Profilo e Blocco-2D all'interno delle categorie possono essere condivise con altri utenti.

Nuova coda di stampa

La coda di stampa aiuta a stampare un gran numero di disegni (viste e fogli) da un progetto.
Se si desidera generare un unico file PDF che contenga tutte le viste e i fogli selezionati, attivare la casella di controllo "Crea PDF con più pagine". Specificare il nome e il percorso del file PDF.
Nella finestra di dialogo Coda di stampa, fare clic sull'icona Inserisci nuovo per aprire il Gestore Progetto in cui è possibile selezionare viste e fogli. È possibile selezionare qualsiasi elemento contrassegnato con il colore verde nel menu ad albero.

VISTA DETTAGLIO

La vista Dettaglio mostra una porzione della planimetria ad un livello di dettaglio più alto.

La parte selezionata viene copiata nella vista di dettaglio, trovando quindi un'organizzazione logica all'interno del gestore progetto.

Nella vista originale, viene creato un tag, composto dal box-ingombro, una linea direttrice ed un blocco-2D. Il blocco-2D contiene campi di testo modificabili. Lo stesso tag viene creato nella vista di dettaglio.

Il sito web di Cadline Software NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito leggi, di seguito, la nostra informativa sull’uso dei cookie.