LA RECENSIONE...

Traduzione dell’articolo su 3dWorkld magazine
(http://www.3dworldmag.com/2011/06/22/review-thea-render/)

Thea Render supporta entrambe le modalita' rendering Biased e Unbiased (rendering fisico) ma e' solo una tra le tante possibilita' offerte da questo nuovo rendering


Piattaforma: Windows / Mac / Linux
Prodotto da: Solid Iris Technologies
Distribuito in Italia da: Cadline Software SRL



© Image by Peter Stoppel
Una semplice scena utilizzando il motore BIASED, 
in evidenza gli effetti di showcasing e profondità di campo.

Funzionalita' principali:

  • Rendering Biased e Unbiased
  • Biased supporta GI (Global Illumination) , Final-Gathering, Photon-Mapping e Irradianza
  • Il Relighting istantaneo per rendering Unbiased
  • Sistema materiali basato su layer , fiscamente accurato, con SSS e Displacement-Mapping
  • Animazioni
  • Profondità-di-campo, Motion-blur, ed effetti post-produzione
  • Plug-in per 3ds Max, Blender, Cinema 4D, Modo, Rhino, SketchUp Softimage
  • Plug-in integrato per ARCHLine.

I rendering di tipo UNBIASED apparsi negli ultimi anni, si stanno sviluppando rapidamente.
Con una soluzione UNBIASED relativamente matura come Maxwell Render, cosa può offrire di nuovo Thea Render?
Una prima e molto importante. È la prima soluzione rendering che offre al suo interno sia il motore rendering di tipo BIASED che UNBIASED.
Il tradizionale rendering BIASED quando è importante la velocità, o per le animazioni, per poi cambiare al rendering UNBIASED per il massimo realismo.
Entrambi utilizzano gli stessi Materiali e Fonti-luminose: cioè la scena non deve essere convertita nel passare da Biased ad Unbiased.

Una novità interessante aggiunta nell’ultima build Thea, l’anteprima del rendering interattivo lavora velocemente ed è estremamente utile per aggiustare le luci ed i materiali.

Attualmente Thea ha tre metodi di render. Il motore BIASED con Ray-Tracing, GI (global Illumination) e Photon-Mapping, con l’opzione Final-Gathering, Caustics e Irradiance-cache, praticamente come V-Ray o Mental ray.

I due motori UNBIASED sono predisposti per due diverse richieste di velocità.

Non c’è molto da regolare in questo caso: semplicemente specificare il tempo limite o il max. numero di passi, ed avviare il rendering.

Il rendering Biased, al contrario ha una infinità di parametri; come per ogni strumento Global-Illumination, bisogna fare molte considerazioni, ed il tempo da spendere nei test e prove di rendering può essere facilmente risparmiato utilizzando direttamente al rendering UNBIASED.

Thea prevede un meraviglioso renderer interattivo che si aggiorna in tempo reale , nel momento in cui aggiustate i Materiali , le Luci o la Scena.

I materiali di Thea sono la chiave per realizzare una scena realistica. Ci sono solo cinque tipologie di materiali base, da cui creare tutti gli altri e possono essere miscelati.
Se siete abituati ad altri rendering tradizionali, la creazione e gestione dei materiali può risultarvi ostica all’inizio: il modo migliore per affrontare l’argomento è quello di pensare prima alle proprietà reali (fisiche) del materiale anziché pensare che “appaia bello”.

Ogni programma rendering alla fine viene valutato in base alla qualità del suo output e alla sua velocità, e qui è dove Thea risplende.
Realizzare una comparazione esatta tra diversi motori rendering concorrenti è praticamente impossibile, in quanto algoritmi diversi, ma dal nostro punto di vista THEA è incredibilmente veloce.
La qualità dell’immagine è stata migliorata sostanzialmente sin dalle pre-release, e funzionalità come “on-the-fly Relighting” e Funzioni Camera Response Function sono aggiunte ben accolte.
Ci sono anche degli aspetti discutibili, ovviamente: la principale riguarda l’interfaccia di Thea, che potrebbe essere descritta gentilmente come originale.
Nel manuale mancano alcune delle nuove funzionalità, e Thea manca di tutorial ben scritti.

Ma nessuno di questi riduce reduce l’interesse per Thea se state valutando un rendering veloce e con funzionalità complete. E con la pianificazione di alcune importanti novità come ad esempio l’accelerazione GPU, ce ne in abbondanza anche per il futuro.

Il sito web di Cadline Software NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito leggi, di seguito, la nostra informativa sull’uso dei cookie.