I 3 Elementi chiave del BIM

Scritto il 13 Dicembre 2015

Building Information Modelling (BIM) è un processo di gestione delle informazioni prodotte nel corso del progetto di un edificio, in un formato comune, dalla fase di fattibilità per passare alla progettazione, la costruzione, il funzionamento e infine la demolizione, al fine di realizzare l'uso migliore e più efficiente di tali informazioni.

BIM ha tre elementi chiave:

  1. La intestazione, etichettatura o denominazione coerente e convenzionale dei documenti e dati. Questo aiuta a mantenere traccia e trovare i dati per tutta la vita del bene e assicura che tutti coloro che sono coinvolti nel progetto seguono le stesse procedure. Il tutto è descritto nella normativa BS 1192, utilizzato per la numerazione disegni o su progetti e specifica le basi di un sistema BIM
  2. Un metodo per memorizzare e gestire i dati e le informazioni. In molti progetti questo comporta l'uso di una rappresentazione tridimensionale 3D degli edifici. Essenzialmente il BIM è un database di dati condivisibile che memorizza la rappresentazione geometrica, le proprietà ed attributi di ogni componente
  3. Un metodo per scambiare o inserire le informazioni dell'edificio, compresa la sua costruzione, funzionalità, prestazioni e manutenzione. Tradizionalmente, ciò è stato realizzato con lo scambio di disegni, tabelle e manuali, in formato cartaceo o elettronico, e questo può continuare ad esistere. La differenza è che quando si utilizza il BIM, queste informazioni sono generate dal BIM, piuttosto che come documenti preparati separatamente.

L'uso del BIM aumenta l'efficienza e riduce gli errori. Il progetto virtuale viene realizzato tridimensionalmente prima che il lavoro inizi in cantiere: gli attributi e proprietà di tutti gli elementi dell'edificio sono presenti nel modello, e le "interferenze" spaziali possono essere risolte nel modello anzichè in cantiere.

 Leggi tutto l'articolo The BIM for the Terrified

Cadline Software propone ARCHLine, il Software BIM più potente e flessibile nel mercato, realizzato in standard OpenBIM nativo. Per maggiori informazioni visita la sezione dedicata ad ARCHLine.

BIM ha tre elementi chiave:

1.     La intestazione, etichettatura o denominazione coerente e convenzionale dei documenti e dati. Questo aiuta a mantenere traccia e trovare i dati per tutta la vita del bene e assicura che tutti coloro che sono coinvolti nel progetto seguono le stesse procedure.

2.     Il tutto è descritto nella normativa BS 1192, utilizzato per la numerazione disegni o su progetti e specifica le basi di un sistema BIM

3.     Un metodo per memorizzare e gestire i dati e le informazioni. In molti progetti questo comporta l'uso di una rappresentazione tridimensionale 3D degli edifici. Essenzialmente il BIM è un database di dati condivisibile che memorizza la rappresentazione geometrica, le proprietà ed attributi di ogni componente

 

Un metodo per scambiare o inserire le informazioni dell'edificio, compresa la sua costruzione, funzionalità, prestazioni e manutenzione. Tradizionalmente, ciò è stato realizzato con lo scambio di disegni, tabelle e manuali, in formato cartaceo o elettronico, e questo può continuare ad esistere. La differenza è che quando si utilizza il BIM, queste informazioni sono generate dal BIM, piuttosto che come documenti preparati separatamente.

 

L'uso del BIM aumenta l'efficienza e riduce gli errori. Il progetto virtuale viene realizzato tridimensionalmente prima che il lavoro inizi in cantiere: gli attributi e proprietà di tutti gli elementi dell'edificio sono presenti nel modello, e le "interferenze" spaziali possono essere risolte nel modello anzichè in cantiere.

Il sito web di Cadline Software NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito leggi, di seguito, la nostra informativa sull’uso dei cookie.