× Una raccolta di tutte le domande più frequenti su ARCHline XP

emo Come ARCHline gestisce il profilo muro in vista pianta 2d e viste 3d

Vai
4 Anni 6 Mesi fa #2580

Archline è un modellatore solido booleano e come tutti i modellatori basa l'operatività su: "DAMMI UN PROFILO e DIMMI COSA FARNE", ma è anche "architettonico" e oltre che gestire tipologie (alcuni le chiamano famiglie, altri Type) deve gestire in modo "speciale" le entità architettoniche , dove lo speciale sta ad indicare la : creazione, modifica e limitazioni operative.
Inoltre deve in modo "simbolico" gestire almeno due Viste : la vista in Pianta-2D, detta anche vista simbolica e le normali Viste 3D (assonometrie , frontali, prospettive, ecc). A queste bisognerebbe aggiungere la vista in SEZIONE (detta canonica) che ha delle specifiche caratteristiche.

La rappresentazione "simbolica" in pianta-2D delle entità architettoniche è una rappresentazione "simbolica" , non è una sezione orizzontale "reale" dal 3D. Dovrebbe corrispondere ad una teorica sezione orizzontale (taglio) alla selezione di 1m sul piano architettonico, ma in realtà poi è molto influenzata dalle "tecniche tradizionali di disegno" ad esempio le porte vengono indicate con l'arco (o triangolo) di apertura ecc. In certi casi la rappresentazione simbolica in pianta-2D è chiara ed univoca altre volte è incerta non univoca legata ad abitudini, prassi, tradizioni.
Ora l'evoluzione BIM dovrebbe semplificare questa trattazione perché il modello di riferimento non è più il disegno 2D ma il modello 3D, ed il disegno 2D è un "elaborato" estratto dal modello 3D, ma sarà per il futuro...
Nel caso specifico dell'entità Muro, è fin dalle origini di ARCHline è modellabile (editabile) :

1_nella sezione (profilo) FRONTALE (paramento interno o esterno in funzione del clic),
2_in pianta-2D (sezione longitudinale)
3_nella sezione (profilo) della sezione.
4_Allo stesso modo è possibile agire sui profili dei cosiddetti "sguinci" o spallette laterali , superiore e inferiore, in corrispondenza della Finestra o della Porta.

Vedi esempi:


fig. 1 modifica del profilo longitudinale del muro (muro irregolare in pianta-2D)


fig. 2 modifica del proflo frontale (completo) di un muro curvo


fig. 3 modifica del profilo sezione di un muro


La possibilità di editing del Muro è stata volontariamente limitata, regolata, non per limiti specifici ma per dare una regola di editing operativa gestibile. Quindi ad esempio la modifica del profilo frontale deve stare all'interno dell'ingombro originale, perchè altrimenti da un muro alto 80 cm potrei generare un muro il cui ingombro finale è alto 12 metri, parlo di ingombro perchè il profilo al suo interno ovviamente può essere qualsiasi.
Significa che per crearlo devo prevedere che la sua dimensione originale abbia un ingombro che lo contiene (questa è la regola),
Per la sezione vale lo stesso, per scelta si è preferito limitare l'editing all'interno dell'ingombro (sezione) originale , ma ripeto è una scelta fatta in un tempo in cui (anche oggi in realtà) praticamente nessuna applicazione architettonica permetteva questo tipo di modellazione su entità architettoniche.
Sono gestibili profili semplici (chiusi o aperti) pieni o con forature. Sono gestibili anche profili denominati "complessi" cioè formati da più profili. L'esempio sotto mostra un profilo sezione dato dalla combinazione di tre profili (base più le due mensole) e la base è forata.



Un'uso avanzato di questo comando consente di realizzare modellazioni molto complesse , mantenendo l'integrità e proprietà dell'elemento originale (TYPE =WALL). Ovviamente anche se il muro è inclinato (rispetto alla sua base)



Come deve essere la rappresentazione in Pianta-2D?
Non facile, talvolta è chiaro e lampante altre volte non così chiaro , perchè la modifica in sezione è libera. Una scelta poteva essere quella di modificare la vista in pianta-2D come vista dall'alto quindi con tutte le linee di spigolo create nella sezione modificata, si poteva a sua volta prevedere che invece corrispondesse alla sezione ad 1m , oppure lasciare la forma originale in vista simbolica 2D e mantenere ovviamente la rappresentazione reale in 3D ed in sezione.

Per i muri "inclinati rispetto alla base (da non confondere con l'inclinazione "longitudinale lungo l'estensione del Muro), ad esempio si è preferito utilizzare in pianta-2D la rappresentazione simbolica della base + la sezione (alla quota fissata).



è una funzione presente fin dalle origini , sono passati diversi anni da quel momento e onestamente nessuno finora ha manifestato curiosità in merito, probabilmente perchè abbastanza fuori dall'uso comune e non esistevano altre soluzioni a cui compararsi, ora probabilmente Revit ha questa funzionalità (che onestamente non conosco in dettaglio) e quindi esiste finalmente un contraddittorio cosa che per certi versi fa piacere.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Nicola Imbevaro
Tempo creazione pagina: 0.276 secondi

Il sito web di Cadline Software NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito leggi, di seguito, la nostra informativa sull’uso dei cookie.